_______________________________________________________________________
Proiezione 9 Febbraio 2010 – 18h30 – Sala Cinema IIC Lisbona

presentazione del film a cura di Anna Chiama e Stefano Savio

SINOSSI

La destinazione

Arruolatosi nell’Arma dei Carabinieri, Emilio, un ragazzo romagnolo, si trasferisce per l’addestramento a Roma dove conosce un ragazzo sardo, Costantino, taciturno e severo. Al termine del corso Emilio viene destinato a prestare servizio in un piccolo paese della Barbagia. Il suo primo incarico è quello di indagare sull’omicidio di un pastore ucciso davanti al figlioletto Efisio che, nascosto da un cespuglio, ha potuto vedere in faccia il sicario. Poco alla volta, fra indagini difficoltose ed una contrastata storia d’amore con Giacomina, Emilio si rende conto di essere sbarcato in un mondo profondamente diverso da quello cui è abituato, in cui la giustizia viene ostacolata nel suo svolgersi dalla diffidenza e dalla paura della gente.

SCHEDA TECNICA
Soggetto: Piero Sanna | Sceneggiatura: Piero Sanna, Ezio Alberione, Franco Fraternale | Produttore Esecutivo: Marcello Siena | Direttore della Fotografia: Emilio Della Chiesa, Raffaele Ballore | Musiche: Mauro Palmas |Montaggio: Piero Sanna | Interprenti: Roberto MAGNANI, Elisabetta BALIA, Raffaele BALLORE. Sebastiano BROTZU | 2003, 124’ – V.O. sottotitoli Ita.

CRITICA
“Il regista Piero Sanna racconta cose che sa: è sardo e carabiniere in servizio effettivo. Tra i suoi fari illuminanti, oltre al generale Dalla Chiesa di cui fu collaboratore, c’è Ermanno Olmi: il mestiere dell’Arma da una parte e quello del cinema dall’altra. Cose bellissime intercettate da sguardi mai banali, come l’aspra sequenza dell’omicidio imbrattato di sangue e latte, o quella del confronto bilingue tra il maresciallo e la madre dell’assassino. E poi le facce, ruvide, sulle quali la terra – quella terra – ha lasciato più di un segno. Visivamente impetuoso, il film si perde in lungaggini. Lascia per strada più di un personaggio interessante (Costantino su tutti) e rischia alla fine di diluire troppo le emozioni. Un montaggio più coraggioso avrebbe aiutato. Comunque, da vedere”. (Mauro Gervasini, ‘Film Tv’, 20 maggio 2003)

PIERO SANNA Nato a Benetutti (Sassari), per oltre 40 anni nell’arma dei carabinieri e amante da sempre del cinema, si è diplomato nel 1975 alla Scuola Civica di Cinema di Milano. Dal 1976 fa parte di “Ipotesi cinema”, la scuola di Ermanno Olmi, con cui ha collaborato. Autore di documentari, si fa conoscere al grande pubblico nel 2003 con il film “La destinazione”, attualmente unica sua opera prodotta per il grande pubblico, da lui scritta e di cui ha curato anche il montaggio. Il film ha ricevuto vari premi, tra i quali il premio della sezione “Ippocampo” al festival internazione Maremetraggio.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.